Chihayafuru3 – Ep.14

Quattordicesimo episodio della terza serie di Chihayafuru: spinto dalla propria passione e dall’amore per il karuta, Hideo Harada vince.

L’amore definitivo.

Il Meijin Suo alla finestra. Una passione infinita per il gioco del karuta. La volontà di dimostrare che anche chi non ha talento può competere ad alti livelli.
Hideo Harada recupera le sei carte di svantaggio e batte Arata Wataya, complice un fallo quasi di entrambi, su una carta a cui entrambi tengono molto. Harada-sensei, quindi, sfiderà il Meijin Suo tra i pianti di gioia di tutti coloro che stavano tifando per lui.
Arata non sembra particolarmente dispiaciuto, se non del fatto che non ha giocato come se stesso, ma come suo nonno e comprende che non è quello il modo in cui lui può imporsi nelle partite. Inoltre, gli è chiaro che deve essere un po’ più cattivo nelle scelte delle carte, sia nella posizione che nell’inviarle all’avversario, altrimenti altri “Harada-sensei” riusciranno a trovare un modo per batterlo.

Ciò che tiene, però, banco in questo episodio è ciò che succede dopo la fine della partita. Taichi riporta la sciarpa al collo di Chihaya al leggittimo proprietario, Suo, ed ha modo di far capire al Meijin che non deve provarci con lei in quanto suo fidanzato. Ci fa una bella figura agli occhi di una Inokuma-san, mai sorpresa, ma non sa che nella stanza delle partite, Arata, dichiara il suo amore per Chihaya direttamente all’interessata.
Insomma, per colpa di una sciarpa, Taichi ha perso una “carta” fondamentale nella partita per il cuore di Chihaya.

Il primo impiego di Hideo Harada è a Okinawa.
Il primo impiego di Harada è a Okinawa.
Brevi impressioni

Uno dei migliori episodi visti sin qui, se non il migliore in assoluto. Ogni personaggio appartenente alla trama ha il suo giusto spazio e riesce a dare il giusto apporto a quanto sta accadendo.
Taichi ci spiega brevemente quello che succede durante la partita con brevi interventi e poi ha il confronto con Suo. Lo stesso Suo si dimostra molto più attento e sveglio di quello che non sembri, riuscendo a far arrabbiare e rendere nervosa Shinobu dall’altra parte del Giappone.
Chihaya, seppur senza giocare, ha il suo spazio trasmettendo emozioni e sensazioni.
Insomma, sebbene la partita si svolga tra Arata e Harada che sono sempre al centro della scena, tutti gli altri sono ben inseriti.
Ho gradito il breve flashback su Harada, dovuto.

Su questa pagina troverete gli episodi da scaricare: LINK

Qui trovate il sito ufficiale dell’anime (in giapponese): LINK

Lascia un commento